Fà veramente specie vedere il pressapochismo, il menefreghismo, l’ignoranza verrebbe da dire ( o è forse “interesse”?) di certi nostri politici di  fronte al dramma vero e proprio che stanno vivendo alcune famiglie italiane dal punto di vista economico, rapportato a tutto quello che si vede che viene invece “gentilmente offerto” dallo stato italiano, alle decine di migliaia di “migranti” (dei quali poi il 90% circa, come già detto in altro articolo, diventeranno “clandestini!), ai quali viene appunto concesso vitto, alloggio più una piccola cifra giornaliera da spendere a loro piacimento, mentre invece, e qui siamo veramente all’assurdo, intere famiglie italiane vengono sfrattate dalla loro casa perchè impossibilitate a pagare l’affitto e devono andare a vivere in macchina (per chi ha la “fortuna” di averla!), o addirittura sotto un ponte!!! Famiglie, si badi bene, composte anche da 2/3 bambini, i cui genitori sono entrambi disoccupati, quando non addirittura disabili (è successo anche questo!), costrette a lasciare la propria abitazione, non in graduatoria per ottenere la casa popolare (ma cosa bisogna fare per averne una?), e quindi costrette con i loro bimbi ad elemosinare una stanza presso parenti, amici, conoscenti, in attesa che i servizi sociali si occupino di loro!!!

Ma perchè lo Stato italiano trova sempre i fondi da versare alle varie cooperative (toh, chi si vede!) per sostenere i migranti, a migliaia, decine di migliaia, spendendo quindi circa un miliardo e mezzo ogni anno, e non trova invece qualche milione di euro per quelle povere disgraziatissime famiglie italiane? Sono CIECHI (torno ai nostri politici!), o fanno finta di non vedere per poter dirottare i “fondi” là dove meglio li aggrada, ossia a quelle cooperative che sappiamo benissimo a “chi” fanno riferimento? I dubbi e le domande,se permettete, sono veramente tanti: loro (i politici) rispondono che questi fondi sono “europei” e quindi vanno usati per i migranti e non possono essere usati per gli italiani!!! Ma “mi facciano il piacere”, come direbbe il buon Totò: io, Stato italiano, ho dei fondi e non posso utilizzarli per i miei cittadini? Ho dei fondi e li devo usare “solo” per dar da mangiare, bere, dormire, sigarette, wi-fi ai migranti? Sapete che vi dico: tentato-suicidiouno Stato “serio” farebbe una colossale pernacchia all’europa dei “benpensanti” e una volta in possesso di quei fondi li utilizzerebbe non dico tutti, ma almeno una parte per i propri cittadini, perchè uno STATO SERIO DEVE INNANZITUTTO TUTELARE i propri cittadini nei loro diritti e necessità primarie, dopo, ma solo dopo, vengono tutti gli altri!!!

Ma evidentemente, aspettarsi un atteggiamento di serietà da un governo NON eletto, è puramente utopia!!!!!

 

MAURO FILIPPI

 

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]