Dopo 42 ore dalla terribile valanga che ha travolto l’Hotel Rigopiano di Farindola sono state trovate sei persone vive. I soccorritori le hanno trovate sotto un solaio nei pressi delle cucine. Tra i sei ci sarebbero anche una mamma e il figlio. La donna è la moglie di Giampiero Parente, il superstite della valanga, la quale ha detto agli uomini dei soccorsi che nella stanza accanto c’è sua figlia, ancora viva.

Ci sarebbero altre persone vive sotto le macerie, di cui già quattro individuati per le quali si sta scavando, i soccorritori confermano che c’è un contatto vocale con queste persone. Ancora decine i dispersi.

Intanto la testimonianza del vice brigadiere del soccorso alpino della Guardia di Finanza, Marco Bini sul salvataggio della mamma e di suo figlio:”Appena ci hanno visto erano felicissime e non sono riuscite a parlare. Dagli occhi si capiva che erano sconvolte positivamente per averci visto”. I superstiti sono in buone condizioni, dopo essere stati stabilizzati, sono attualmente sotto osservazione. In volo già una delle quattro persone salvate oggi, dei quali non si conoscono ancore le condizioni cliniche nè i nomi.

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]