lunedì , marzo 1 2021
Home / Salute & Benessere / Fascite plantare, ecco una soluzione naturale ed efficace

Fascite plantare, ecco una soluzione naturale ed efficace

Forse a volte anche tu hai sperimentato un dolore fastidioso e una sensazione come di bruciore che coinvolgeva tutta la pianta del piede, andando dal tallone alle dita. Questa problematica si chiama fascite plantare , è molto comune e può essere anche molto dolorosa, ma soprattutto in alcuni casi rende praticamente impossibile lo svolgimento delle attività che ci impegnano ogni giorno.

Scendere dal letto la mattina, camminare, ma anche stare solo fermi in piedi può essere doloroso se soffri di fascite plantare. Questa infiammazione, che apporta dolore anche al tendine del piede, coinvolge principalmente il legamento arcuato. Questo legamento è particolarmente importante ed è praticamente sempre messo sotto sforzo. Infatti, questa fascia fibrosa, si estende dal calcagno alle dita ed è molto resistente: bisogna pensare, infatti, che è proprio il legamento arcuato a reggere e supportare il peso del corpo umano dato dalla gravità quando si è in piedi, si cammina o si fa sport.

La fascite plantare ha varie cause e, infatti, si presenta spesso quando il piede è sottoposto a stress, cosa che avviene, ad esempio, durante i salti o l’attività sportiva. E’ un disturbo molto frequente negli sportivi, in particolar modo se si praticano corsa, calcio o basket, ma non solo. Tra le cause di questa infiammazione c’è anche il troppo tempo trascorso in posizione eretta, come ad esempio accade a commesse e camerieri,  sovrappeso, obesità e gravidanza che aumentano il carico sul legamento arcuato, ma anche quando si indossano scarpe non adatte, come quelle rasoterra o con tacchi molto altri.

A volte, però, la fascite plantare si presenta semplicemente per una particolare conformazione del piede, molto arcuato, che accumula un’eccessiva tensione alla pianta. La fascia plantare, quindi, si infiamma e  si avverte spesso come la sensazione di avere una “corda” sotto al piede, dal tallone alle dita. Invece, nei casi più gravi di fascite plantare il dolore ed il gonfiore possono arrivare anche a coinvolgere il calcagno e la caviglia.

Solitamente è il medico ortopedico, in seguito alla visita specialistica, ad indicare il trattamento migliore per la fascite plantare che richiede sicuramente riposo, ma che spesso a causa degli impegni quotidiani è impossibile, insieme all’assunzione di farmaci antinfiammatori (FANS).

In caso di fascite plantare, soprattutto se ricorrente, è sempre valido il detto “prevenire é meglio che curare” proprio perché i farmaci risolvono il problema temporaneamente, ma non sempre sono ben tollerati ed hanno effetti collaterali.

rimedi naturali fascite plantare

Curare la fascite plantare con soluzioni naturali non solo è possibile, ma è anche molto pratico ed efficace. Tra le varie opzioni di trattamenti, quello che riscuote molto successo è basata sull’ incremento di autoproduzione di ossido nitrico. Si tratta di un procedimento che va a stimolare una fisiologica risposta del corpo: quando c’è un’infiammazione, il corpo produce ossido nitrico, mentre i farmaci, invece, tendono a bloccare questo processo.

L’ossido nitrico è stato scelto poiché agisce direttamente sui tendini plantari infiammati, e in generale sull’ intera struttura connettiva, prevenendo o risolvendo il problema. I tessuti non solo hanno migliore elasticità e flessibilità perché sono maggiormente vascolarizzati, ma viene incrementata anche la produzione di ossigeno.

Se vuoi saperne di più, leggi questa guida sui benefici dell’ossido nitrico.

Un rimedio molto efficace per la fascite plantare è costituito da particolari solette che impiegano una tecnologia giapponese brevettata. Le solette NOAcademy sono davvero molto pratiche perché possono essere indossate sempre, sia nelle scarpe che si utilizzano per uscire, ma anche nelle pantofole e nei calzini quando si sta in casa. Inoltre, non c’è il rischio di acquistare una misura sbagliata perché, seguendo le apposite linee tratteggiate impresse sulla superficie, si adattano in pochi minuti ad ogni piede.

La fascite plantare tenderà a migliorare dopo poche ore dall’aver indossato le solette e si avvertirà una piacevole sensazione di leggerezza.

 

 

[Voti: 0   Media: 0/5]

About Maria

Leggi anche

dieta mima digiuno

Dieta mima digiuno: in cosa consiste e gli effetti positivi

I progressi effettuati dalla scienza negli ultimi decenni hanno portato alla proliferazione di decine e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *